Explora Caudron Simoun, Antonie De, ¡y mucho más!

Antonie de Saint Exupéry

Antonie de Saint Exupéry

jodie foster joven - Buscar con Google

jodie foster joven - Buscar con Google

Saint Exupéry with André Prévot and their Caudron C.630 Simoun, F-ANRY, Aéroport de Paris – Le Bourget 29 December 1935.(Succession de Saint-Exupéry d’Agay via Le Musée de l’Air et de l’Espace)

Saint Exupéry with André Prévot and their Caudron C.630 Simoun, F-ANRY, Aéroport de Paris – Le Bourget 29 December 1935.(Succession de Saint-Exupéry d’Agay via Le Musée de l’Air et de l’Espace)

Oggi ricordiamo Giuseppe Cimicchi, aviatore nato il 22 marzo 1913 a Castel Viscardo (TR). Partì poi volontario per l’Africa Orientale Italiana. Durante il Secondo conflitto mondiale, fu pilota di S.M.79. Frequentò a Napoli il corso per divenire aerosiluratore e venne inserito nella 281° Squadriglia Autonoma Aerosiluranti per Rodi, comandata da Carlo Emanuele Buscaglia (nell’immagine, ritratto con lui). Fu al comando dapprima della 281° Squadriglia e poi della 283° Squadriglia Aerosiluranti.

Oggi ricordiamo Giuseppe Cimicchi, aviatore nato il 22 marzo 1913 a Castel Viscardo (TR). Partì poi volontario per l’Africa Orientale Italiana. Durante il Secondo conflitto mondiale, fu pilota di S.M.79. Frequentò a Napoli il corso per divenire aerosiluratore e venne inserito nella 281° Squadriglia Autonoma Aerosiluranti per Rodi, comandata da Carlo Emanuele Buscaglia (nell’immagine, ritratto con lui). Fu al comando dapprima della 281° Squadriglia e poi della 283° Squadriglia Aerosiluranti.

Antoine De Saint-Exupéry, author of the Little Prince

Antoine De Saint-Exupéry, author of the Little Prince

Nato il 3 gennaio 1902 a Molino di Altissimo (VI) è soldato di leva nel 1922, assegnato ad un raggruppamento Aeroplani da Caccia e il 13 ottobre dello stesso anno ottiene il brevetto di pilota. Nel 1928, entra nella Scuola del Reparto Alta Velocità di Desenzano del Garda e nel 1929 partecipa alla Coppa Schneider a Calshot, Inghilterra, classificandosi secondo sul suo Macchi M.52R. Perse la vita, ai comandi di un Savoia-Marchetti S.65, durante le prove di collaudo sul lago di Garda nel 1930.

Nato il 3 gennaio 1902 a Molino di Altissimo (VI) è soldato di leva nel 1922, assegnato ad un raggruppamento Aeroplani da Caccia e il 13 ottobre dello stesso anno ottiene il brevetto di pilota. Nel 1928, entra nella Scuola del Reparto Alta Velocità di Desenzano del Garda e nel 1929 partecipa alla Coppa Schneider a Calshot, Inghilterra, classificandosi secondo sul suo Macchi M.52R. Perse la vita, ai comandi di un Savoia-Marchetti S.65, durante le prove di collaudo sul lago di Garda nel 1930.

Lockheed Orion - пассажирский, почтовый самолет, 1930 год (США)

Lockheed Orion - пассажирский, почтовый самолет, 1930 год (США)

Oggi ricordiamo Antonio Locatelli: alpinista, giornalista, politico ed aviatore, nato a Bergamo nell’aprile 1895 e venuto a mancare il 27 giugno 1936. Scoppiata la Prima guerra mondiale, con la 87° Squadriglia “La Serenissima” di Gabriele d’Annunzio vola su Vienna il 9 agosto 1918. Nel giugno 1919, partecipa ad una missione di propaganda delle fabbriche di aereo italiane nell’America del Sud effettuando voli su Uruguay ed Argentina, per poi effettuare la trasvolata delle Ande.

Oggi ricordiamo Antonio Locatelli: alpinista, giornalista, politico ed aviatore, nato a Bergamo nell’aprile 1895 e venuto a mancare il 27 giugno 1936. Scoppiata la Prima guerra mondiale, con la 87° Squadriglia “La Serenissima” di Gabriele d’Annunzio vola su Vienna il 9 agosto 1918. Nel giugno 1919, partecipa ad una missione di propaganda delle fabbriche di aereo italiane nell’America del Sud effettuando voli su Uruguay ed Argentina, per poi effettuare la trasvolata delle Ande.

Il 13 gennaio 1909 a Venaria Reale (TO), Mario Faccioli è il primo italiano a staccarsi da terra con un aeroplano progettato dal padre Aristide, alzandosi da terra per 20 m d’altezza. Il triplano “S.P.A.-Faccioli”, progettato da Aristide Faccioli nel 1908 e realizzato dalla Società Piemontese Automobili, aveva motore con un solo cilindro orizzontale con due pistoni e potenza 25 c.v. Fonti: M.Cobianchi, “Pionieri dell’aviazione in Italia – 1908-1914”, gavs-torino.com e Wikipedia

Il 13 gennaio 1909 a Venaria Reale (TO), Mario Faccioli è il primo italiano a staccarsi da terra con un aeroplano progettato dal padre Aristide, alzandosi da terra per 20 m d’altezza. Il triplano “S.P.A.-Faccioli”, progettato da Aristide Faccioli nel 1908 e realizzato dalla Società Piemontese Automobili, aveva motore con un solo cilindro orizzontale con due pistoni e potenza 25 c.v. Fonti: M.Cobianchi, “Pionieri dell’aviazione in Italia – 1908-1914”, gavs-torino.com e Wikipedia

#accaddeoggi 1910 Ugo Tabacchi portò in volo per la prima volta il Caproni Ca.1 (nella foto). Così iniziò la grande avventura aeronautica di Gianni Caproni. Il Caproni Ca.1 si danneggiò durante l’atterraggio, ma Gianni Caproni non era certo persona che si faceva distogliere facilmente dai suoi propositi e iniziò immediatamente la costruzione del suo secondo aeroplano.

#accaddeoggi 1910 Ugo Tabacchi portò in volo per la prima volta il Caproni Ca.1 (nella foto). Così iniziò la grande avventura aeronautica di Gianni Caproni. Il Caproni Ca.1 si danneggiò durante l’atterraggio, ma Gianni Caproni non era certo persona che si faceva distogliere facilmente dai suoi propositi e iniziò immediatamente la costruzione del suo secondo aeroplano.

Pinterest
Buscar