Explora Historia, Guerra Mundial, ¡y mucho más!

Il 16 ottobre 1943, il "sabato nero" del ghetto di Roma, alle 5.15 del mattino le SS invadono le strade del Portico d'Ottavia e rastrellano 1.024 persone, tra cui oltre 200 bambini. Partiranno due giorni dopo dalla stazione Tiburtina, in direzione del campo di concentramento di Auschwitz in territorio polacco. Solo quindici uomini e una donna ritorneranno a casa dalla Polonia.

Il 16 ottobre 1943, il "sabato nero" del ghetto di Roma, alle 5.15 del mattino le SS invadono le strade del Portico d'Ottavia e rastrellano 1.024 persone, tra cui oltre 200 bambini. Partiranno due giorni dopo dalla stazione Tiburtina, in direzione del campo di concentramento di Auschwitz in territorio polacco. Solo quindici uomini e una donna ritorneranno a casa dalla Polonia.

Sara Ginaite was a Jewish Lithuanian partisan who fought against Nazi occupation during the Second World War. Ginaite was born in 1924 in Kovno (Kaunas), Lithuania. She was educated in a Lithuanian-speaking school, which she was about to graduate from when Nazi Germany invaded the country in 1941. Three of Ginaite's uncles were killed in the Kaunas Pogrom, a massacre of Jewish people that the Nazi's encouraged the Lithuanian population to perform. The pogrom resulted in the deaths of ...

Sara Ginaite

Sara Ginaite was a Jewish Lithuanian partisan who fought against Nazi occupation during the Second World War. Ginaite was born in 1924 in Kovno (Kaunas), Lithuania. She was educated in a Lithuanian-speaking school, which she was about to graduate from when Nazi Germany invaded the country in 1941. Three of Ginaite's uncles were killed in the Kaunas Pogrom, a massacre of Jewish people that the Nazi's encouraged the Lithuanian population to perform. The pogrom resulted in the deaths of ...

Una processione, da tutti i quartieri  arrivavano le donne, i padri, i figli, da quando si era saputo che c’erano delle grotte, sulla via Ardeatina, piene di cadaveri, i morti uno sopra l’altro, centinaia, e avevano  fatto esplodere una bomba per tappare l’entrata, e ci avevano buttato sopra l’immondizia per coprire l’odore.

Una processione, da tutti i quartieri arrivavano le donne, i padri, i figli, da quando si era saputo che c’erano delle grotte, sulla via Ardeatina, piene di cadaveri, i morti uno sopra l’altro, centinaia, e avevano fatto esplodere una bomba per tappare l’entrata, e ci avevano buttato sopra l’immondizia per coprire l’odore.

Combatiente de la resistencia francesa de 18 años, Simone Segouin, durante la liberación de París. [19 de agosto de 1944]

Combatiente de la resistencia francesa de 18 años, Simone Segouin, durante la liberación de París. [19 de agosto de 1944]

Pinterest
Buscar